aitfr logo

Associazione Italiana Tecnici di Funzionalità Respiratoria

Accedi all'area riservata

Main menu:

Ricerca nel sito

Archivi

Categorie

Commenti recenti

Archivio del mese di Maggio, 2013

Informazioni

Buongiorno sono Anna Tanzola da Udine, dipendente dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Udine. Vorrei porre un quesito riguardo alla mia professione: infermiera dal 1991 e dal 01/09/2008 svolgo mansioni di Tecnico di Fisiopatologia Respiratoria. Dopo quasi cinque anni di attività, formazione sul campo, formazione continua a corsi e convegni, attività, a dire del Direttore di Struttura, Responsabile del Servizio, superiore gerarchico, vecchi colleghi esperti e non per ultimo pazienti/utenti, svolta in modo capace, preciso, dedicato, professionale e motivato: oggi, ricevo lettera di trasferimento in altra struttura operativa. Tutto ciò che è stato svolto fino ad oggi è finito nel nulla. Posso chiedere che mi venga riconosciuto come mansione acquisita, se si, esiste un periodo temporale di attività? È giusto essere spostati da tale mansione pur essendo altamente motivata e considerata da tutto il personale medico specialistico? Apprendo anche che la mia coordinatrice, nonostante il parere contrario del Direttore e Responsabile di Struttura, dopo avermi allontanata senza giustificato motivo ha già individuato un’altra infermiera che deve oggi iniziare l’addestramento. Posso chiedere alla Direzione di essere reinserita nel mio ruolo a cui tenevo tantissimo? esiste una normativa in materia? o devo cedere tutto ciò a cui ho lavorato per anni raggiungendo un ottimo livello, a qualcun altro scelto dal coordinatore per capriccio? Mi scuso per lo sfogo, ma è per me quasi fondamentale riprendere la mia attività di Tecnico di Fisiopatologia Respiratoria.

Anna Tanzola

svizzera66@gmail.com