aitfr logo

Associazione Italiana Tecnici di Funzionalità Respiratoria

Accedi all'area riservata

Main menu:

Ricerca nel sito

Archivi

Categorie

Commenti recenti

Archivio della categoria 'ARGOMENTI TECNICI'

boccagli con filtro

Buongiorno a tutti.. Sono Fabio da Aosta, volevo chiedere se qualcuno di voi utilizza i boccagli con filtro MADA della ditta SAMED, se sono validi e se i pazienti si trovano bene utilizzandoli… Grazie

Emogasanalisi

ciao, sono Claudio e lavoro al Policlinico Umberto Primo, avrei una domanda da sottoporvi riguardo il referto E.G.A.

Nel nostro ambulatorio siamo dotati di un emogasanalizzatore Instrumentation Laboratory gem 4000 con carbossimetro.

Visto che il risultato della saturazione O2 è molto diverso fra carbossimetro ed emogasanalizzatore, voi quale prendete in considerazione?

Informazioni

Buongiorno sono Anna Tanzola da Udine, dipendente dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Udine. Vorrei porre un quesito riguardo alla mia professione: infermiera dal 1991 e dal 01/09/2008 svolgo mansioni di Tecnico di Fisiopatologia Respiratoria. Dopo quasi cinque anni di attività, formazione sul campo, formazione continua a corsi e convegni, attività, a dire del Direttore di Struttura, Responsabile del Servizio, superiore gerarchico, vecchi colleghi esperti e non per ultimo pazienti/utenti, svolta in modo capace, preciso, dedicato, professionale e motivato: oggi, ricevo lettera di trasferimento in altra struttura operativa. Tutto ciò che è stato svolto fino ad oggi è finito nel nulla. Posso chiedere che mi venga riconosciuto come mansione acquisita, se si, esiste un periodo temporale di attività? È giusto essere spostati da tale mansione pur essendo altamente motivata e considerata da tutto il personale medico specialistico? Apprendo anche che la mia coordinatrice, nonostante il parere contrario del Direttore e Responsabile di Struttura, dopo avermi allontanata senza giustificato motivo ha già individuato un’altra infermiera che deve oggi iniziare l’addestramento. Posso chiedere alla Direzione di essere reinserita nel mio ruolo a cui tenevo tantissimo? esiste una normativa in materia? o devo cedere tutto ciò a cui ho lavorato per anni raggiungendo un ottimo livello, a qualcun altro scelto dal coordinatore per capriccio? Mi scuso per lo sfogo, ma è per me quasi fondamentale riprendere la mia attività di Tecnico di Fisiopatologia Respiratoria.

Anna Tanzola

svizzera66@gmail.com

prelievo arterioso radiale

Ciao sono Antonella da Verona, vi chiedo se siete a conoscenza dell’esistenza di un protocollo per l’esecuzione del prelievo arterioso radiale. Grazie, buon lavoro

Diffusione alveolo capillare

Cari colleghi, sono Claudio da Roma, ho da porvi una domanda, vorrei sapere se anche per voi è difficile ottenere delle corrette dlco. Ossia molti pazienti o non riescono a trattenere l’aria per 10 secondi o non inspirano in modo corretto. Naturalmente noi prima dell’esame spieghiamo in modo corretto la tecnica dell’esecuzione della prova . Avete dei consigli validi da suggerirmi?

Aspettando le vostre risposte, ne approfitto per augurarvi un sereno Natale e un meraviglioso 2013.

fattore correzione

Propongo un problemino per chi in agosto non andrà in ferie ma anche (forse) per quelli “bravi”. Può capitare di verificare l’attendibilità di uno spirometro simolando con una siringa (la nostra di 3 litri) una FVC. Di quanto devo correggere il dato ottenuto. A parte il quesito, sarei grato a chi mi invierà le varie “formule di correzione” correlate da spiegazione ed eventuale consiglio di lettura. Grazie, Fisioterapista respiratorio Marco (Udine)

tetto minimo test dlco

Sono Simona, l’infermiera che ha scritto precedentemente per la pesatura delle ampolline.Volevo condividere con voi una mia difficolta’ nel raggiungere il tetto minimo in diversi pz sottoposti al test dlco single breath.Io e le mie colleghe in accordo con il ns medico referente in fisiopatologia resp. abbiamo stabilito di impostare a 1000ml il volume di scarto, mentre il volume campionato è immodificabile ed è impostato a 600ml.In molti pz con una capacita’ vitale superiore a l 1,6 non riusciamo a portarli a questo tetto minimo.Segnaliamo sul referto questa difficolta’.Durante le prove che facciamo non riusciamo a raggiungere il criterio della capacita’ inpiratoria pari all’85%, anche in pz che non sono necessariamente ristretti.Qualcuno di voi vive le stesse difficolta’?Ringraziando.Un saluto da Simona

pesatura delle ampolline

Sono un’infermiera di Pc che si occupa di fisiopatologia respiratoria, vorrei sapere chi tra voi fa la pesatura delle ampolline per i tests di brovocazione dell’asma con metacolina.Io utilizzo il sistema APS della sensor medics.Vi prego di rispondermi sul forum o tramite mail che ora vi lascio: simonaforna@libero.it.,se possibile chiedo anche un contatto telefonico.Lascio il mio numero: 377******** (Nota: è preferibile non pubblicare numeri di telefono privati sul forum).

spirometria lenta…. tecnica esecutiva

ciao sono un’infermiera alle prese con le prime spirometrie, mi sapete dire qual’è la tecnica giusta per una spiro lenta? è meglio partire da un’ espirazione forzata o da un’ espirazione normale? mi dite per favore dove posso trovare le ultime linee guida? grazie

Siringhe di calibrazione per spirometri: taratura / calibrazione

Ciao, ci sono linee guida di riferimento o norme tecniche nazionali o internazionali di riferimento per le siringhe di calibrazione? in particolare viene definita la periodicità di calibrazione degli spirometri? sarei grato se qualcuno potesse spedirmi un fac simile di certificato attestante la taratura / calibrazione di apparecchiatura spirometrica o mi indicasse un laboratorio italiano di riferimento.

Grazie, Cristian